Pascoli e malghe

By Luca Rossi

Sentiamo spesso parlare di pascoli e malghe, quanto sia importante il loro
mantenimento, la loro importanza paesaggistica per la tutela del territorio
montano e l’enorme biodiversità erbacea e floreale sviluppata nei secoli grazie
all’attività umana impegnata nella monticazione…Ma è così semplice?

Vediamo brevemente cosa è un pascolo.
I fattori fondamentali che lo caratterizzano (che approfondiremo in un prossimo
articolo) sono:

LA VEGETAZIONE; la composizione erbacea e floreale specifica di una certa area,
altitudine ed esigenze pedoclimatiche.
LA MORFOLOGIA del territorio ne influenza la varietà vegetativa ma anche le
specie animali da pascolo e la razza, oltre che ai fenomeni di erosione
LA DISPONIBILITÀ IDRICA influenza il comportamento degli animali al pascolo

I TIPI DI PASCOLO di distinguono in:
MAGRO, ALBERATO, PIGUE , ALTE ERBE, BOSCO CON PASCOLAMENTO, NON PRODUTTIVO

UNITÀ BOVINE ADULTE UBA.

Come accennato in precedenza la chiave della gestione del pascolo è il CARICO
BESTIAME, cioè il numero di bestie, suddivise in categorie e specie, che sono attive durante il periodo di monticazione e che possono realmente pascolarvi.

Il carico bestiame è espresso in UNITÀ BOVINE ADULTE UBA.

Un esempio potrebbe esser dato con una vacca da latte o un bovino con più di 2 anni di età che corrispondono a 1,0UBA, mentre un bovino di 6 mesi corrisponde a 0,6 UBA (Questo vale per ogni specie da pascolo).

Grazie a questo sistema si può calcolare Il CARICO OTTIMALE, permettendo di
utilizzare al meglio ed in maniera omogenea la composizione erbacea senza sfruttarne con troppa intensità la copertura vegetativa , evitando fenomeni di erosione.

Un’osservazione da non sottovalutare durante l’inserimento del bestiame ed il
loro comportamento in campo alimentare, dove le prime specie erbacee consumate saranno le più gradite.

Questo è importante poiché in caso di
sottopascolamento o carico insufficiente si noterà delle aree più pascolate ed altre
meno pascolate con alta diffusione di erbe non gradite e conseguente peggioramento del pascolo.

Al contrario un sovracarico causerà aumento delle specie resistenti al calpestamento, velenose o pessime foraggere con un alto rischio di compattamento del suolo, erosione, diminuzione della biodiversità erbacea e
floreale con conseguenti perdite di massa corporea e di produttività degli animali
pascolanti.

Il CORRETTO CARICO BESTIAME

non è semplice, innanzitutto dipende da diversi
aspetti del singolo alpeggio, dalle loro dimensioni, la quota, pendenza, varietà
morfologica del suolo ed andamento climatico… in linea di massima si possono
ammettere aumenti non oltre il 10%e diminuzioni temporanee dal 10%al 20%.

Uno dei metodi di stima del carico usati è il confronto fabbisogni/produttività che
si basa sulla produzione annua del pascolo, il fabbisogno di UBA in quella determinata zona ed il coefficiente di sicurezza.

Oppure del metodo di valore pastorale con l’utilizzo di indici specifici che riassumono le caratteristiche qualitative, di produttività ed appetibilità delle specie erbacee presenti.

Tutto questo è corredo di un fattore ben più importante… L’ESPERIENZA DEI
MALGHESI
;

con alle spalle generazioni di conoscenze sulle caratteristiche del territorio trasmesse dagli antenati, le diversità locali sull’inizio e la fine della monticazione in determinate zone prative e precise essenze appetibili agli animal con ottime proprietà qualitative per i formaggi di montagna.

Essi sono


FONDAMENTA INSOSTITUIBILI

per la valorizzazione della montagna e il
mantenimento di questi territori incontaminati che oggi offrono, non solo prodotti di alta qualità gastronomica e di biodiversità, anche una pillola naturale contro lo stress quotidiano del mondo moderno… una punta di diamante per quel turismo Green che tutti vorrebbero.

Per questo motivo la Società Civile e lo Stato hanno il dovere morale di incentivare
con qualsiasi mezzo la “cultura rurale “ e l’attività di montagna, permettendo a
queste piccole realtà aziendali, se non addirittura vite eremite, di sostenere
questo GRANDE PROGETTO fatto di passione, immense fatiche e Conoscenze
insostituibili che interessano tutti e sono il perno del futuro!

Ti potrebbe interessare anche...