IL PUROSANGUE ARABO


Il purosangue arabo è un cavallo da sella che non passa inosservato ed è spesso definito il cavallo più bello del pianeta. 

di Cristiano Sandona’

Direttore responsabile

Questa razza di cavalli è una delle più antiche al mondo. Di grande bellezza, ha un carattere molto apprezzabile e mostra una volontà e una resistenza straordinarie. Riflettori puntati su questo principe del deserto.

immagini allevamento “notte d’oriente” (KSA)
  • Purosangue arabo: la perla del Medio Oriente

Questo cavallo di origine orientale considerato come la Perla del Medio Oriente è perfettamente descritto da questo detto arabo:

“ Del cinghiale, ha il coraggio; dalla grazia della gazzella; dall’antilope, l’allegria; dello struzzo, velocità. 

Questo principe del deserto pieno di misteri è al centro di innumerevoli leggende. A livello fisico, combina rotondità, fluidità, grazia, flessibilità e leggerezza, alcuni paragonandolo a un ballerino.

  • Razza araba: caratteristiche principali

Il purosangue arabo misura tra 1,40 e 1,55 m al garrese e mostra un peso piuma non superiore a 400 kg.

A differenza di molte razze equine, questa non ha standard drastici . Il mantello di questo cavallo dalla pelle fine può essere nero (più raro), castano, alloro o grigio, essendo questo molto comune, e cambia nel corso degli anni, prima quasi metallico poi schiarindosi gradualmente fino ad avvicinarsi al bianco. Il pelo lucido è corto e setoso. Per quanto riguarda i suoi occhi neri , sono grandi e rotondi e il suo sguardo estremamente vivace è molto espressivo.

La testa a fronte ampia è magra e caratteristica, il profilo abbastanza concavo, le narici ben aperte e le vene evidenti. La sua coda è alta, il suo collo ben arcuato, la sua groppa alta, le sue gambe potenti e snelle, anche i suoi attaccamenti vanno bene. Il suo passo è altezzoso e leggero .

Ha una particolarità: il fatto di avere solo 17 costole, una in meno rispetto agli altri cavalli, e mentre questi ne hanno 24 vertebre, il purosangue arabo ne ha solo 21. Si tratta di tratti primitivi che la razza ha mantenuto.

  • Cavallo arabo: dotato di una personalità molto accattivante

Il Purebred Arabian è un cavallo a sangue caldo di grande agilità , iperattivo, con una natura focosa, che a mezze misure non fa nulla. I suoi movimenti della testa sono rapidi come il suo passo. È un destriero da riservare a cavalieri esperti perché per malizia o per la sua ipersensibilità, devia dal suo percorso in una frazione di secondo.

Di grande intelligenza , mostra una curiosità insaziabile tanto da voler imparare tutto. È anche giocoso, un po’ giocoso. Gli piace la compagnia dei suoi congeneri e quella dell’uomo di cui apprezza gli abbracci . È un equino interattivo che non conosce l’indifferenza. Per prosperare ha bisogno di molta attenzione.

  • Purosangue arabo: un cavallo versatile

Viene utilizzato per spettacoli, tempo libero, tecniche agonistiche di equitazione (Trec), salto ostacoli, dressage, gare di ogni tipo…

Nato per l’endurance, è insaziabile e caparbio. È un vincitore nel cuore, ma deve sempre capire cosa ci si aspetta da lui per trovare interesse per questo.

Il purosangue non è un esecutore, è un maestro dell’anticipazione. Inoltre, le condizioni del deserto e la vita dura non lo impressionano in alcun modo, ed è eccezionalmente in grado di sopportare sforzi per un lungo periodo di tempo, di trasportare carichi pesanti, anche senza bere o mangiare. Questo è il motivo per cui i nomadi beduini lo apprezzano così tanto.

Ti potrebbe interessare anche...