Il latte d’asina

Il latte d’asina può sembrare un nuovo arrivato alla moda nel mercato del latte, ma in realtà esiste da migliaia di anni.

di Antonella Pisatturo e Cristiano Sandona’

È diventato di nuovo popolare di recente, soprattutto in alcune parti d’Europa, attraendo sia i buongustai avventurosi che vogliono provare nuovi cibi e bevande, sia coloro che mirano a mangiare cibi naturali con benefici per la salute.

Questo articolo esamina i vantaggi, gli usi e gli svantaggi del latte d’asina.

Storia e usi

Gli asini appartengono alla famiglia degli Equidi, che comprende anche cavalli e zebre. Varie razze di asini domestici vivono in tutto il mondo e, come molti altri mammiferi, le femmine di asino, note come jennies, vengono allevate per migliaia di anni per il loro latte .

Questo latte ha una lunga storia di usi medicinali e cosmetici. Secondo quanto riferito, Ippocrate lo usava come trattamento per artrite , tosse e ferite. Si dice che Cleopatra abbia mantenuto la sua pelle morbida e liscia con bagni di latte d’asina .

Ha proprietà antimicrobiche ed è usato come trattamento di medicina popolare per le infezioni, inclusa la pertosse , così come i virus in alcune parti dell’Africa e dell’India .

Rispetto al latte di altri animali, come mucche, capre, pecore, bufali e cammelli, il latte d’asina assomiglia di più a quello materno umano. In effetti, è stato utilizzato per la prima volta nel 19° secolo per nutrire i bambini orfani.

L’allevamento di asini sta diventando sempre più popolare. Tuttavia, la maggior parte delle fattorie sono piccole con 5-30 asine da mungere. 

Ciascuno produce solo circa 4 tazze (1 litro) di latte al giorno. Pertanto, il latte è alquanto difficile da trovare e considerato un prodotto speciale.

È più ampiamente disponibile come latte in polvere liofilizzato e ingrediente in alcune barrette di cioccolato importate dall’Europa. 

In Italia, dove è particolarmente diffuso, il latte d’asina viene utilizzato in alcuni alimenti per lattanti e come alimento medico.

Anche se può sembrare una nuova tendenza, le persone bevono questo prodotto da migliaia di anni. È un po’ difficile da trovare a meno che tu non viva vicino a un allevamento di asini.

Un’alimentazione più sana non dovrebbe essere una seccatura. Ti invieremo i nostri consigli basati sull’evidenza su nutrizione e perdita di peso.

Nutrizione

Dal punto di vista nutrizionale, questo latte è molto simile al latte umano e al latte vaccino . Fornisce vitamine e minerali insieme a proteine.

È a basso contenuto di grassi, e quindi di calorie, e ha più vitamina D rispetto ad altri latti. La maggior parte delle calorie proviene dai carboidrati, che sono sotto forma di lattosio .

Questa tabella elenca le informazioni nutrizionali per (100 ml) di latte d’asino,

La maggior parte delle proteine ​​nel latte da latte proviene dalla caseina e dal siero di latte. La caseina è la proteina a cui reagisce la maggior parte delle persone allergiche al latte vaccino. 

È
simile al latte materno umano in quanto è povero di caseina e più alto di siero di latte.

La proteina del siero di latte nel è nota per le sue proprietà antimicrobiche. Contiene composti che possono impedire la crescita di virus e batteri.

Negli studi di laboratorio, è risultato previene la diffusione di batteri, inclusi Listeria monocytogenes, Escherichia coli e Staphylococcus aureus.

Il latte d’asina è povero di grassi e ricco di carboidrati. La proteina è in gran parte siero di latte, che contiene composti che possono aiutare a prevenire la crescita di alcuni batteri e virus.

Benefici del latte d’asina

Gli amanti del latte d’asina lo bevono spesso per i suoi benefici per la salute, che vanno oltre il suo contenuto nutrizionale. In particolare, ha guadagnato molta attenzione come alimento amico degli allergeni e immunostimolante.

Rispetto alle proteine ​​del latte vaccino, che contiene circa cinque volte più caseina del siero di latte, le proteine ​​del latte d’asina hanno parti approssimativamente uguali di caseina e siero di latte .

Dato il suo contenuto di caseina significativamente più basso, molte persone con un’allergia alle proteine ​​del latte vaccino possono tollerare il latte d’asina, poiché scoprono che questo non provoca una risposta allergica .

Questo può essere un vantaggio per chiunque sia allergico al latte vaccino, ma può trarre beneficio dalle proteine ​​e da altri nutrienti forniti dal latte vaccino.

Uno studio italiano su 81 bambini con allergia al latte vaccino ha rilevato che tutti potevano berlo senza reazioni negative. Lo scambio del latte d’asina consentiva un regolare aumento di peso e altezza .

Tuttavia, se hai un’allergia nota, consulta il tuo medico prima di provare il latte d’asina. Sebbene contenga meno caseina del latte vaccino, anche una piccola quantità di caseina può causare anafilassi in alcune persone.

Un altro componente importante del latte d’asina è il lattosio. Aiuta il tuo corpo ad assorbire il calcio, che è importante per le ossa forti.

Altri composti nel latte possono supportare un sistema immunitario più sano. Uno studio di laboratorio ha dimostrato che il latte d’asina ha la capacità di favorire il rilascio di citochine, che sono proteine ​​che stimolano il sistema immunitario.

Lo stesso studio ha scoperto che il latte d’asina induce anche le cellule a produrre ossido nitrico, un composto che aiuta a dilatare i vasi sanguigni. L’ossido nitrico può migliorare il flusso sanguigno ai vasi sanguigni, che a sua volta riduce la pressione sanguigna.

Può essere un sostituto del latte adatto per le persone con un’allergia alle proteine ​​del latte vaccino, sebbene contenga ancora caseina e lattosio. Inoltre, potrebbe offrire altri vantaggi, tra cui il supporto di un sistema immunitario più sano e la riduzione della pressione sanguigna.

Svantaggi

Il più grande svantaggio del latte d’asina è il prezzo e la disponibilità. Poiché sia ​​il numero che le dimensioni degli allevamenti di asini sono limitati, è costoso da produrre e vendere, e quindi difficile da trovare.

Il prezzo, insieme al suo basso contenuto di caseina, lo rendono anche molto costoso e difficile da usare per la caseificazione.

Un altro potenziale svantaggio è che la maggior parte delle piccole fattorie vende solo latte d’asina crudo e bere latte non pastorizzato comporta il rischio di malattie di origine alimentare.

Sebbene abbia proprietà antimicrobiche e i test di solito lo trovino privo di agenti patogeni dannosi, c’è sempre il rischio che il latte crudo contenga batteri o altre tossine dannose.

Può essere pericoloso se somministrato a neonati, anziani o chiunque abbia un sistema immunitario compromesso.

Se vuoi provare il latte d’asina in forma liquida o in polvere, cercane uno pastorizzato. In alternativa, riscalda il latte crudo ad almeno 72°C  per 15 secondi prima di berlo per uccidere eventuali agenti patogeni.

Infine, se hai un’intolleranza al lattosio e manifesti sintomi come gas, gonfiore e diarrea dopo aver bevuto latte, il latte d’asina probabilmente causerà questi stessi sintomi a causa del suo contenuto di lattosio.

Pertanto, le persone con intolleranza al lattosio dovrebbero evitare o limitare il latte d’asina. In alternativa, puoi usare un enzima lattasi per abbattere il lattosio prima di berlo.

Altri usi del latte d’asina

Il latte d’asina è più di un alimento. È altrettanto noto per il suo uso come ingrediente nei cosmetici. In effetti, probabilmente avrai molta più fortuna a trovare idratanti e saponi per la pelle , rispetto alle bevande a base di latte d’asina.

Le proteine ​​del latte d’asina hanno la capacità di attrarre e trattenere l’acqua, il che lo rende un ottimo idratante .

Alcune delle proteine ​​del latte d’asina funzionano anche come antiossidanti . Aiutano a proteggere le cellule dal danno ossidativo, compreso quello causato dall’esposizione al sole, fornendo così benefici anti-età .

I prodotti cosmetici che possono avere il latte d’asina come ingrediente principale includono creme per la pelle, maschere per il viso, saponi e shampoo.

Uno degli usi più comuni del latte d’asina è come ingrediente nei cosmetici antietà. Ha proprietà idratanti e antiossidanti per proteggere la pelle, il viso e i capelli.

La linea di fondo

Il latte d’asina può sembrare una nuova moda passeggera, ma è stato utilizzato fin dall’antichità greca e romana come bevanda salutare e trattamento cosmetico idratante per la pelle.

È particolarmente interessante per coloro che sono allergici alle proteine ​​del latte vaccino che possono tollerare il suo basso contenuto di caseina.

Tuttavia, tieni presente che contiene ancora una discreta quantità di lattosio e potrebbe non essere adatto a persone con intolleranza al lattosio.

Il latte contiene anche composti che possono rafforzare il sistema immunitario e inibire la crescita di batteri, virus e altre infezioni.

Il latte d’asina è costoso e potrebbe essere difficile da trovare come bevanda, ma puoi comunque sfruttare i suoi benefici cosmetici. È facile trovare creme idratanti, saponi e shampoo a base di latte d’asina.

Ti potrebbe interessare anche...