Gruppo sanguigno e rischio di malattia

Gruppo sanguigno e rischio di malattia

Gruppo sanguigno e rischio di malattia, qual è il collegamento?

Articolo di redazione

La possibile esistenza di legami tra gruppi sanguigni e il rischio di malattia è oggetto di questa analisi dei dati sanitari ricavata da oltre 5 milioni di partecipanti. 

La ricerca, pubblicata sulla rivista eLife, che ha esaminato l’incidenza di oltre 1.000 malattie, rivela nuove connessioni e conferma correlazioni precedentemente documentate.

Gruppo sanguigno e rischio di malattia

I dati sull’associazione tra rischio di problemi di salute e gruppi sanguigni sono scarsi

probabilmente perché le associazioni sono rare o fortuite, oppure perché non sono state condotte ricerche su campioni sufficientemente grandi. 

Il team ha cercato possibili collegamenti tra gruppi sanguigni ABO, Rhesus D positivo e negativo (RhD) e più di 1.000 malattie

attraverso l’analisi di enormi volumi di dati dai registri sanitari svedesi.

49 malattie legate ai gruppi sanguigni ABO e una al gruppo rh

Tra i risultati sorprendenti, alcuni gruppi sanguigni associati a un rischio maggiore di coaguli di sangue o sanguinamento, calcoli renali o addirittura ipertensione indotta dalla gravidanza.

  • le persone con gruppo sanguigno A o B hanno un rischio maggiore di malattie cardiovascolari;
  • le persone con sangue di gruppo A hanno un rischio maggiore di coaguli di sangue;
  • le persone nel gruppo O hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi emorragici e sanguinamento;
  • Le donne di gruppo O o RhD positive hanno maggiori probabilità di sviluppare ipertensione indotta dalla gravidanza;
  • le persone con tipo B hanno un rischio ridotto di calcoli renali rispetto a O.
Gruppo sanguigno e rischio di malattia

 Servono ancora altre analisi su larga scala per confermare questi risultati, spiegare queste associazioni e forse individuarne di nuove?

L’autore principale Gustaf Edgren, cardiologo e professore associato di epidemiologia al Karolinska Institutet spera che questi dati aiuteranno anche a identificare i meccanismi alla base dello sviluppo di queste malattie e possano aiutare nella loro individuazione.

Ti potrebbe interessare anche...