Bocconcini di carne e castagne

di Nicoletta Carollo

BOCCONCINI DI CARNE CON CASTAGNE

I bocconcini di carne con castagne possono essere un secondo frugale, accompagnato da un’insalatina mista, ma anche componente alternativa per un antipasto autunnale.

Ingredienti per 25-30 bocconcini

400 g di castagne precotte

300 g di carne tritata mista di bovino e suino

Speck Leggermente Affumicato Stagionato Sottovuoto ca. 1 Kg (Prosciutto) – Speck Tipico del Trentino Alto Adige e del Tirolo, Italia

60 g di speck macinato

1 uovo

1 trito di erbe aromatiche

sale, pepe q.b.

1 cucchiaio di formaggio grattugiato (secondo i gusti)

pangrattato q.b.

Olio per friggere q.b.


Gorgonzola DOP | Formaggio tradizionale | Gusto tipico | Formato famiglia | 1,3 kg

gorgonzola spalmabile per accompagnare

Procedimento

Passare le castagne allo schiacciapatate e unirvi la carne tritata o macinata, l’uovo, il trito di erbe, lo speck, il formaggio grattugiato e pangrattato solo se necessario, salare e pepare secondo necessità.


Con l’impasto ottenuto formare i bocconcini grossi quanto le noci, panarli e friggerli in olio molto caldo fino a doratura, poi scolarli su carta assorbente e servirli ancora caldi.

E’ consigliabile accompagnarli con una bella insalatina mista e del gorgonzola spalmabile

Un piatto che consiglierei di accompagnare con un ottimo un Valpolicella ripasso

Il Valpolicella Ripasso

La tecnica del “Ripasso” e il “Valpolicella ripasso” sono stati ufficialmente riconosciuti nel 2010 con la certificazione della Denominazione di Origine Controllata (DOC).

Come si legge nel disciplinare: I vini a denominazione di origine controllata

dei vini atti a divenire vini a denominazione di origine controllata ‘Valpolicella’,

in tutte le tipologie previste, sulle vinacce residue della preparazione dei vini ‘Recioto della Valpolicella’ e/o ‘Amarone della Valpolicella’”.

“Esso risulta caratterizzato da una maggior struttura e longevità rispetto al “Valpolicella”

Valpolicella Ripasso DOC Dal Moro 2018 6 bottiglie da 0,75 L

base, da una maggiore alcolicità

da un’acidità più bassa e una maggior rotondità, da un più elevato valore in estratti e in sostanze fenoliche.

Di colore rubino con riflessi granati, offre un profumo, lievemente etereo e di frutta rosa con note di vaniglia

Per le sue caratteristiche di piacevolezza, può accompagnare primi piatti invernali, secondi piatti, salumi e formaggi di media stagionatura”.

Ti potrebbe interessare anche...